Oxs William scarponcino 1552d outletkim beige Cotone YuQKgZPYt

SKU-448656-spf861
O.x.s. William scarponcino 1552d outlet-kim beige Cotone YuQKgZPYt
O.x.s. William scarponcino 1552d outlet-kim beige Cotone

Anche tu, puoi fare molto per la pace!

Anche tu, puoi fare molto per la pace!

NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Privacy
Accedi - Il mio Account
Carrello
Non ci sono prodotti nel carrello.
2104143030.jpg
Questioni mortali. L'attuale dibattito sulla morte celebrale e il problema dei trapianti
SKU: 2104143030
Barcaro Rosangela - Becchi Paolo
26,50 €
8849507437
Collana:

"Dialoghi «oltre il chiostro»" Vai alla collana >>>

Nr. Volume
12
Formato
15x22
Nr. Pagine
332
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
2004
Annate/Collana/Volumi
290043.jpg Dialoghi «oltre il chiostro»
Prototipo personalizzato per i prodotti correlati
Per circa una trentina d'anni la "morte cerebrale" ha costituito una certezza scientifica indiscussa. Dal 1968, anno in cui un gruppo di medici statunitensi l'ha proposta come nuova definizione di morte, un paziente poteva essere dichiarato morto non più dopo la cessazione del battito cardiaco e della respirazione, bensì quando il suo cervello aveva irreversibilmente smesso di funzionare. Sin da allora, i medici avevano connesso a questa nuova definizione della morte la possibilità di prelevare gli organi "a cuore battente". A che giova riaprire una discussione su un tema sul quale, a prima vista, sembra essere stato raggiunto un ampio e consolidato consenso? Il fatto è che la definizione di morte cerebrale ha avuto - come tutte le bugie - una vita piuttosto corta. Già negli anni Novanta esperti neurologi di fama internazionale, nonchè filosofi, anche di opposto orientamento, sono giunti alla conclusione che la morte cerebrale sia stata un'abile finzione introdotta strumentalmente soprattutto per cercare di risolvere il problema dei trapianti. La presente antologia vuole portare alla conoscenza del pubblico italiano questo dibattito, che nel nostro paese si vuole invece continuare a tabuizzare. , dottore di ricerca in bioetica presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Genova, lavora presso l'Istituto per la storia del pensiero filosofico e scientifico moderno del C.N.R. È autrice di numerosi articoli e di diversi volumi dedicati a temi di bioetica. Tra essi si ricordano Eutonosio. Un problema paredigmatico dello bioetico, Milano 1998 e Dignità dello morte, accanimento terapeutico ed eutanasia, Napoli 2001. insegna Metodologia della scienza giuridica presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Genova, è membro dell'istituto Italiano di Bioetica, del Consiglio Direttivo dell'Institut für angewandte Ethik (RFT), nonchè del Consiglio Scientifico dell'Interdisziplinäres Zentrum Medizin-Ethik-Recht presso l'Università di Halle-Witteoberg (RFT). È autore di oltre un centinaio di articoli e dieci volumi su temi di filosofia del diritto e bioetica. Ha curato l'edizione italiana di diverse opere di Hans Jonas. Tra i suoi lavori più recenti Questioni vitali. Eutanasia e clonazione nell'attuale dibattito bioetico, Napoli 2001 e La morte nell'età della tecnica. Lineamenti di tantologia etica e giuridica, Genova 2002.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved

ESI - Edizioni Scientifiche Italiane © 2018 | Mephisto MephistoMinoa Print 17631 Camel Sandali Donna amazonshoes marroni Estate IDeXBli

Il sito di informazione del Partito Democratico
Il sito di informazione del Partito Democratico
NapapijriMia Scarpe da Ginnastica Basse Donna amazonshoes crema Sportivo KEVNdcW0
Iscriviti alla Newsletter
PAS DE ROUGE CALZATURE yoox rosso Pelle AxvKl4foy
> New Balance Wx624Wb4 entrenamiento/Correr de Cuero Mujer amazonshoes bianco Pelle TXYyi4HwV0
> Perché Salvini ha favorito l’immigrazione clandestina
ART 0144 Mojave i Meet amazonshoes blumarino Cinturini N3T1ym0
4 luglio 2018
Focus

A giudicare dai provvedimenti adottati dai governi di centrodestra, succedutisi negli ultimi vent’anni alla guida del nostro Paese, è evidente come i governi Berlusconi-Lega abbiano favorito l’immigrazione clandestina

Proprio sicuri che Salvini sia contrario all’immigrazione? A giudicare dai provvedimenti adottati dai governi di centrodestra, succedutisi negli ultimi vent’anni alla guida del nostro Paese, è evidente come i governi Berlusconi- abbiano favorito l’immigrazione clandestina.

Nel 2002 il Governo Berlusconi – sostenuto da FI-Lega-AN – ha approvato maxi-sanatoria di 700mila immigrati con il decreto legge 195/2002. Poi, nel 2003 il centrodestra ha votato al Parlamento europeo la riforma del Regolamento di Dublino che prevede, per i Paesi di arrivo, l’obbligo di ospitare i migranti. Dunque, l’Italia è obbligata a gestire tutti i migranti economici che arrivano nel nostro Paese. Per loro non è previsto nessun ricollocamento, nessuna solidarietà europea, nessuna condivisione degli oneri legati alla gestione dell’immigrazione (Regolamento 2003/343/CE).

Solo nel 2016 le domande di asilo in Ue sono state ben 123.000 (10mila al mese, il 47% in più rispetto all’anno precedente), ma la maggior parte di queste è stata negata: il 61% degli immigrati è rimasto a carico dell’Italia perché trattasi di migranti economici. I rimpatri sono difficili visto che mancano gli accordi con la maggior parte dei Paesi di provenienza.

Tra il 1998 e il 2009, in Italia, sono stati regolarizzati 945mila immigrati irregolari da parte dei governi di centrodestra, con Maroni Ministro dell’Interno. I governi Berlusconi-Lega hanno ripetutamente approvato sanatorie, perché le loro politiche sbagliate hanno moltiplicato i clandestini. E’ ancora in vigore la Bossi-Fini, che ha terribilmente complicato la gestione dei migranti.

Peraltro, nel 2011, il Governo PDL-Lega Nord, ha autorizzato l’utilizzo delle basi militari italiane per i bombardamenti in Libia (CdM 18.03.2011). Il crollo del regime di Gheddafi e la successiva guerra civile in Libia, ha aperto un corridoio libero per la tratta dei migranti e ha favorito nuove ondate di migranti verso l’Italia.

E adesso? Adesso che la propaganda xenofoba contro l’immigrazione, paga sul piano elettorale, il Ministro Salvini respinge i clandestini, viola i trattati internazionali e calpesta i più elementari principi umanitari.

Con un pugno di immigrati in meno, l’Italia è davvero più sicura? L’uomo nero non fa più paura ora che è stato respinto?

Bisognerebbe avere l’onestà di riconoscere che all’origine dell’immigrazione, c’è il colonialismo occidentale. Li abbiamo conquistati, privati delle loro risorse, abbiamo favorito totalitarismi e violenze di ogni genere. Ora è il momento di accoglierli come fratelli.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Stai leggendo
X
Axel Honneth. Il riconoscimento del diverso nell’Europa che guarda al 2030
Axel Honneth. Il riconoscimento del diverso nell’Europa che guarda al 2030
Mattia Di Pierro
piazze
Area di Ricerca: Reef Stargazer Prints amazonshoes Righe bE4YQ8y5c
Migrazioni e confini
Tempo di lettura: 3 minuti
Accade da noi \
03-09-2018
Futuro del lavoro
12-09-2018
Futuro del lavoro
07-09-2018
Futuro del lavoro
La nostra città futura \
piazze
22.05.2017
piazze
08.06.2017
incroci
25.07.2018
strade
24.07.2018
Mattia Di Pierro

L’incontro con la riflessione di Axel Honneth vuole contribuire a costruire un panorama delle posizioni intellettuali che nel campo intellettuale e culturale europeo vengono date alle domande più impellenti della società: diritti, cittadinanza e diversità.

Axel Honneth

In un continente sempre più attraversato da tensioni e divisioni, la ricerca di una programmaticità con cui disegnare l’ Europa del futuro può ripartire dall’analisi puntuale di riflessioni filosofiche e analisi politiche che riportino al centro la “cittadinanza”, intesa come il “diritto ad avere diritti”.

Europa del futuro

La riflessione di Honneth sul “riconoscimento”, sull’ accettazione dell’altro da sé , dell’individuazione delle irriducibili differenze ma insieme della pari dignità: queste le premesse per abitare i conflitti politici, sociali e culturali che interessano lo spazio europeo e per rifondare un nuovo lessico dei diritti capace di ripensare le soglie di inclusione ed esclusione tra cittadini e non cittadini.

accettazione dell’altro da sé

Cartina storica dell’Europa

Si potrebbe affermare, non senza una certa dose di semplificazione, che il percorso di Axel Honneth nasca dall’incontro e dallo scontro tra i pensieri di Hegel , di Marx e di Jürgen Habermas . Dei primi due è stato un assiduo lettore e profondo conoscitore. Dell’altro è stato allievo e assistente. Oggi, professore alla Columbia University e all’Università di Francoforte, direttore del prestigioso Istituto per la Ricerca Sociale fondato da Max Horkheimer e Theodor Adorno, Honneth è uno dei nomi di punta della filosofia-politica internazionale e il più noto rappresentante della terza generazione della Scuola francofortese.

Jürgen Habermas

Partiamo dunque dall’inizio. Nel 1981 Habermas dà alle stampe il suo Teoria dell’agire comunicativo (Il Mulino 1986) in cui l’azione sociale è interpretata attraverso il modello della comunicazione e dell’opinione pubblica. Lo studio rappresenta un allontanamento dal marxismo francofortese e risponde ad un punto su cui convergono molte critiche dell’epoca alle pagine marxiane: la riduzione della prassi sociale alla produzione materiale. Insomma, l’idea attribuita a Marx per cui l’intera società possa essere ridotta alla sua struttura economica sembrava ai più una posizione problematica e insufficiente. Honneth formula la sua posizione all’intersezione di queste posizioni: accetta la critica al pensiero marxiano ma contesta allo stesso tempo l’astrattezza e il formalismo della riflessione habermasiana. Ciò è esplicitato in un saggio del 1985 intitolato Critica del potere (Dedalo 2002). In queste pagine Honneth sostiene la sua tesi: la teoria di Habermas mistifica il significato sociale del lavoro riducendolo ad un agire strumentale, è priva di una reale riflessione sul potere e non coglie l’importanza del conflitto come fattore del mutamento sociale.

Questo sito fa parte del gruppo Citynews: proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Maggiori informazioni . Ti chiediamo anche il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze. Potrai rivedere la tua scelta in qualsiasi momento, cliccando nel link " Privacy " in fondo a tutte le pagine dei siti Citynews.

Mostra tutte le finalità di utilizzo

Powered by

Sezioni
Accedi
Sandali con zeppa rossi mecshopping bordeaux Pelle MBXbdS
/ Lacoste Lancelle 6 Eye amazonshoes ebvn7RR4zX

Il 19 giugno partono i lavori di rifacimento del sottopasso di viale Talenti

Redazione
154 Condivisioni
1 Commento
I più letti di oggi
1
2
3
4
Approfondimenti

Sarà un’estate difficile per la viabilità del quartiere 4 con la ristrutturazione del sottopasso di viale Talenti e della passerella dell’Isolotto. Il 19 giugno partiranno i lavori di consolidamento del muro del sottopasso di Viale Talenti in direzione FI-PI-LI. Viale Talenti rimarrà chiuso, sia il sottopasso sia la via superiore, per tutta la durata dei lavori. Ci sarà quindi una deviazione da viale Talenti verso via Cicioni, via Andreotti e poi via Canova. Salvo imprevisti i lavori dovrebbero concludersi il 31 agosto.

Sarà un’estate difficile per la viabilità del quartiere 4 con la ristrutturazione del sottopasso di viale Talenti e della passerella dell’Isolotto. 19 giugno sottopasso di Viale Talenti deviazione

Invece tra poche settimane, il 26 giugno , sarà chiusa la passerella dell’Isolotto per la necessaria ristrutturazione della struttura. Finora i lavori non hanno provocato disagi perché sono consistiti nella realizzazione di una struttura metallica realizzata in una officina. Per 4 mesi invece la passerella rimarrà chiusa perché l’intera struttura in cemento sarà sostituita con una in acciaio.Già nel 2015 la passerella aveva subito interventi di messa in sicurezza dell’opera, ma si trattava solo di una soluzione temporanea.

26 giugno passerella dell’Isolotto struttura metallica

"I lavori devono svolgersi obbligatoriamente nel periodo estivo - spiega il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni -. La ristrutturazione della passarella è obbligatoriofarla in estate per evitare il rischio idraulico mentre i lavori su viale Talenti partiranno dopo la chiusura delle scuole in modo da provocare meno disagi alla viabilità. Le opere causeranno disagi - prosegue Dormentoni - ma finalmente avremo strutture rinnovante e durature nel tempo. Chiediamo ai cittadini di avere pazienza e li invito all’ incontro di mercoledì sera alle 21 con l’assessore Giorgetti in piazza dell’Isolotto. Come quartiere ci impegniamo a monitorare quotidianamente l’andamento dei lavori".

News recenti

Site map

Siti del gruppo

Contatti

Via Isonzo, 21/E - 34070 Mossa Gorizia - Italy Tel: +39.0481.637301 Fax: +39.0481.637362